Sostegno per servizi fiduciari

Molte piccole e microimprese nelle regioni di montagna sono duramente colpite dalla crisi legata al coronavirus. Per aiutarle dal punto di vista finanziario, l’Aiuto svizzero alla montagna è disposto a coprire parte delle spese straordinarie per servizi fiduciari.

Gestite una piccola impresa in una regione di montagna e avete usufruito di servizi fiduciari a causa della crisi legata al coronavirus? Siete una fiduciaria e avete fornito consulenza a una piccola o microimpresa nelle regioni di montagna a causa della crisi legata al coronavirus?

L’Aiuto svizzero alla montagna si fa carico del 50 per cento del costo di prestazioni legate alla crisi del coronavirus già fornite da fiduciarie fino a un massimo di CHF 5000.-.

Nella misura in cui siano già state erogate, vengono sostenute le prestazioni seguenti:

  • analisi della situazione attuale (valutazione dei danni economici);
  • allestimento di documenti per la pianificazione (p.es. pianificazione della liquidità);
  • sostegno per la richiesta di aiuti statali.

Il contributo viene versato direttamente all’azienda, ma la domanda può essere presentata solo tramite la fiduciaria. L’impresa deve soddisfare i criteri seguenti.

Avete domande?
 Michelle Bürgi
Michelle Bürgi

Dimensioni e ubicazione

  • L’azienda ha da uno a cinquanta equivalenti a tempo pieno ed è quindi annoverabile tra le piccole imprese.
  • L’azienda si trova in una zona di montagna 2, 3, 4 o nella regione d'estivazione (ai sensi dell’Ordinanza sulle zone agricole).
In quale zona di montagna si trova l'azienda?

Settori sostenuti

Il sostegno si focalizza sulle attività manifatturiere e sui servizi di alloggio e di ristorazione (codici NOGA C e I dell’Ufficio federale di statistica).

Settore C: attività manifatturiere (caseifici, panetterie, falegnamerie ecc.)

Settore I: servizi di alloggio e di ristorazione

Sono escluse:

  • imprese che realizzano la cifra d’affari prevalentemente con appassionati di sport invernali;
  • strutture 4/5 stelle o con oltre cinquanta camere.

Le aziende di altri settori che soddisfano i criteri restanti sono pregate di contattare direttamente l’Aiuto svizzero alla montagna.

Situazione finanziaria

  • Nel 2019, l’azienda ha registrato un flusso di cassa operativo (cash flow) positivo.
  • Al 31.12.2019, l’azienda non aveva un’eccedenza di debiti (ai sensi dell’art. 725, cpv. 2 CO).
  • La perdita di guadagno (cifrà di affari meno costi variabili) causata dalla crisi legata al coronavirus sull’arco di almeno sei mesi è pari o superiore al 20 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In casi eccezionali giustificati, anche un altro anno può fungere da riferimento.

Desiderate presentare una domanda?

Se siete una fiduciaria e durante la crisi legata al coronavirus avete seguito un’azienda di montagna che soddisfa tutti i nostri criteri, compilate il modulo e inviatelo all’indirizzo emergenza@aiutomontagna.ch.

Domande frequenti

Quale lasso di tempo viene considerato per il calcolo della perdita di guadagno?

Il periodo può essere scelto liberamente, ma deve durare almeno sei mesi e iniziare al più presto il 1° marzo 2020.

Esempio: il ristorante Edelweiss ha dovuto chiudere come molti altri durante la serrata all’inizio della stagione primaverile. Trattandosi di una meta apprezzata, in estate è tuttavia riuscito a compensare l’ammanco. Nei sei mesi a partire dal 1° marzo ha registrato una perdita di guadagno del 10% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il ristorante non soddisfa dunque i criteri.

Quale risultato d’esercizio deve essere presentato se l’esercizio finanziario non termina alla fine dell’anno?

Va presentato l’ultimo risultato d’esercizio disponibile e, nel caso ideale, uno provvisorio al 31.12.2019.

Può essere considerata per un sostegno anche un’azienda particolarmente colpita, ma che non rientra nei settori indicati?

Per maggiori informazioni, vi preghiamo di contattare michelle.buergi@berghilfe.ch.

Quali prestazioni straordinarie sono computabili?

  • Analisi della situazione attuale (valutazione dei danni economici)
  • Allestimento di documenti per la pianificazione (p.es. pianificazione della liquidità)
  • Misure di risparmio
  • Sostegno per la richiesta di aiuti statali
  • Consulenze strategiche (p.es. nuovo posizionamento, penetrazione del mercato ecc.)
  • Prestazioni in relazione con risanamenti taciti (p.es. trattative con i creditori)

Fino a quando durerà l’offerta di copertura delle spese straordinarie per servizi fiduciari?

L’offerta durerà verosimilmente fino a metà 2021.